Oggi giovedì, 26th Novembre 2020
Associazione Culturale e Sportiva Mamasun

Coraggio, Relazioni, Sogni! “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa tentare con tutte le mie forze”.

Come trovarci

Indirizzo
Via D’Ambrosio, 21 – Fraz.ne San Nicolo a Tordino
64100 Teramo (TE)

Orari
Lunedì—Venerdì: 09:00–17:00
Sabato e Domenica: 11:00–15:00

Post Widget 1

Atleti

  • I Nostri atleti
  • Calcio a 11, Futsal, Campestre, Nuoto

Post Widget 2

Stop al calcio dilettanti: i campionati che si fermano

Stop al calcio dilettanti: i campionati che si fermano

Stop calcio dilettanti – Il Dpcm emanato dal governo ha introdotto una serie di misure per prevenire la diffusione del Coronavirus. La nuova normativa chiude alcune attività agonistiche a livello dilettantistico e giovanile. Sono vietate infatti tutte le gare dilettantistiche a livello provinciale. Sì invece a partite e gare sportive a livello regionale e nazionale per professionisti e dilettanti.

Nella giornata di ieri la Federcalcio ha diramato l’elenco delle categorie, e dei rispettivi campionati, che saranno fermati fino al 13 novembre. Viene così esplicitato il cosiddetto livello “provinciale”, mentre andranno avanti i tornei nazionali e regionali.

Sono sospesi i campionati delle seguenti categorie: Terza Categoria; Juniores Under 19 provinciali; serie D di calcio a 5 maschile e femminile; Allievi provinciali maschili e femminili (Under 17 e Under 16); Giovanissimi provinciali maschili e femminili (Under 15 e Under 14); Esordienti (Under 13 e Under 12); Pulcini (Under 11 e Under 10); Primi calci (Under 9 e Under 8); Piccoli amici (Under 7 e Under 6). Resterà la possibilità per queste categorie di poter svolgere allenamenti individuali, senza partite.

Il discorso si amplia in Lombardia (e forse in Campania) e nella provincia autonoma di Bolzano, dove si fermeranno anche i tornei regionali.

Nell’ordinanza della Regione Lombardia si legge: “Sono sospese tutte le gare e le competizioni riconosciute di interesse regionale, provinciale o locale dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva. Gli allenamenti e la preparazione atletica possono essere svolti individualmente. Le società e le associazioni dilettantistiche devono garantire il rispetto delle misure di prevenzione, tra cui il mantenimento di almeno due metri di distanza tra ciascuna persona”.

Marco

Articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie in Evidenza x