Bombay - New Mangalore - Cochin - Marmagao

Mumbai , ufficialmente Bombay fino al 1995 , è una città dell'India, capitale dello stato del Maharashtra. Con una popolazione stimata di 12.478.447 di abitanti, è la seconda città più popolosa dell'India, e la prima città per densità di popolazione al mondo, con i suoi 31 214,47 ab/km². Insieme con la vicina periferia di Navi Mumbai e Thane, forma un agglomerato urbano di 21 milioni di abitanti, rendendola la quinta più popolosa area metropolitana del pianeta. Mumbai si trova sulla costa occidentale dell'India e possiede un profondo porto naturale, che movimenta quasi la metà del traffico marittimo merci dell'India.[3]

Mumbai è la capitale commerciale e dell'intrattenimento dell'India, generando il 5% del PIL del paese, il 25% della produzione industriale, il 40% del commercio marittimo, e il 70% delle transazioni di capitali dell'economia indiana.[4]

Mumbai si affaccia sul Mar Arabico nella costa occidentale dell'India 18°57′53″N 72°49′33″E. Mediamente è posta ad un'altezza di undici metri sul livello del mare.

L'area metropolitana si estende su una superficie di 437,77 chilometri quadrati ed occupa due isole al largo della costa collegate tra loro da ponti. Il centro urbano di Mumbai si trova sull'isola omonima che possiede una superficie di 70 km², ed è posta a sud, mentre il resto dell'area metropolitana, che comprende i quartieri della città di Thane, occupano la maggior parte dei 533 km² dell'Isola di Salsette posta a nord.

Mumbai è una delle poche città ad avere un parco nazionale, il Borivali National Park, nei suoi confini cittadini.

Negli anni settanta la città è stata interessata da un boom edilizio, anche grazie all'arrivo degli immigrati, e nel 1986 ha superato Calcutta come la città più popolosa dell'India. Nel 1992 la città è stata colpita da violenti conflitti etnico-religiosi. Nel 1995, lo Shiv Sena, un partito nazionalista Indù, che all'epoca era il partito al governo nello stato di Maharashtra, decise di cambiare il nome ufficiale della città adottando il nome in lingua marathi di Mumbai. I nazionalisti sostennero che il nome Bombay è una corruzione del nome originale Mumbai ed espressione dell'influenza britannica durante il periodo coloniale. Coloro che erano contrari al cambio del nome sostenevano che la città è stata creata dai portoghesi e in seguito dagli inglesi, e quindi il diritto di dare un nome alla città spettava a loro.

GATEWAY OF INDIA: Questo monumentale arco é stato costruito per commemorare l'ingresso in città del re George V all'inizio del 900, sempre da qui sono uscite le ultime truppe inglesi ed é un episodio molto significativo per l'indipendenza dell'India. Si trova molto vicino all'hotel Taj Mahal, si riesce a fare una foto dei due edifici contemporaneamente. E' facile da raggiungere anche a piedi da Nariman Point. Per entrare nella piazza antistante si deve passare attraverso dei metal detector che mi sono sembrati davvero poco efficienti. Nella piazza c'è sempre una grande folla e molto caos di turisti, venditori e fotografi improvvisati.